Prescrizioni prima degli esami

Consigli per un corretto prelievo del sangue

Di seguito si riportano una serie di prescrizioni fornite all’utenza prima dell’effettuazione degli esami medici e del necessario prelievo presso il Laboratorio:

  • digiunare per almeno 12 ore e astenersi da fumo, stress emotivi e sforzi fisici nelle 3 ore precedenti;
  • la sera prima dell’esame consumare preferibilmente un pasto leggero per poi osservare un digiuno;
  • non bere alcool o bevande contenenti caffeina (tè, caffè, Coca Cola, ecc.) per almeno 10 ore prima dell’esame;
  • non fumare per almeno 10 ore prima dell’esame;
  • non sottoporsi ad attività fisica prima dell’esame;
  • avvisare sempre dell’eventuale stato di gravidanza e del relativo periodo. Comunicare, inoltre, la data dell’ultima mestruazione, soprattutto nel caso di dosaggi ormonali;
  • avvisare sempre in caso di assunzione di farmaci, in modo particolare nelle ultime 24 ore.

Informazioni utili prima della raccolta dei campioni

Raccolta dei campioni

Di seguito si riportano una serie di prescrizioni fornite all’utenza, relativamente alle modalità di raccolta dei campioni:

  • ESAME DELLE URINE COMPLETO: raccogliere un campione delle prime urine della mattina (a meno di diversa prescrizione medica), utilizzando l’apposito contenitore (reperibile in farmacia e presso il Laboratorio stesso);
  • URINOCOLTURA (ADULTI): dopo un’accurata pulizia dei genitali esterni, raccogliere l’urina (la prima parte va scartata) nell’apposito contenitore;
  • URINOCOLTURA (BAMBINI): depositare l’urina in sacchetti di plastica adesivi, sterili, da fare aderire con la regione pubica (per non più di 45 min.). In caso di insuccesso, riprovare con un altro contenitore, non prima di un accurato lavaggio delle parti genitali. Una volta raccolta l’urina nel sacchetto, questo va chiuso con cura e, se possibile, riposto in un contenitore sterile per urine per evitare sversamenti durante il trasporto;
  • PROVA IMMUNOLOGICA DI GRAVIDANZA SU CAMPIONE URINARIO: raccogliere in un contenitore monouso le prime urine del mattino (consente una diagnosi attendibile circa 7 giorni dopo la mancata mestruazione);
  • ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE: raccogliere tutto il liquido seminale prodotto (da eseguirsi tra il terzo e il quinto giorno di astinenza) e consegnare al Laboratorio entro 15 min.;
  • RACCOLTA DELLE FECI: raccogliere le feci in appositi contenitori. Se non si riesce a raccogliere le feci del primo mattino, è possibile utilizzare anche quelle del giorno precedente purché opportunamente conservate ad una temperatura tra +2 e +8 °C;
  • RICERCA DEI PARASSITI (E LORO UOVA) NELLE FECI: raccogliere una quantità di feci pari ad una noce e consegnarla in Laboratorio al massimo dopo 2-3 ore;
  • COPROCOLTURA – Ricerca di sangue occulto nelle feci (ricerca diretta dell’emoglobina umana): raccogliere una quantità di feci pari ad una noce e consegnarla in Laboratorio il più presto possibile;
  • ESAMI DEL SANGUE: restare a digiuno per un tempo minimo di 12 ore (dopo un pasto serale leggero). È possibile bere acqua;
  • TAMPONE FARINGEO: non praticare lavaggi o sciacqui del cavo orale prima di recarsi in Laboratorio;
  • TAMPONE VAGINALE: non praticare lavaggi nella mattina in cui si esegue l’esame.
Share by: